Sonno e cervicale: esiste una correlazione?

Sonno e cervicale: esiste una correlazione?

Il sonno è una parte fondamentale per la vita dell’uomo, in quanto serve per ricaricare le energie e dare la giusta carica a tutto il corpo.

Ma cosa avviene quando il sonno non è soddisfacente? Sono moltissimi i clienti che lamentano mal di testa e dolore cervicale e, spesso, esiste una correlazione tra il dormire bene e i disturbi legati a questa parte del corpo.

Partiamo dal presupposto che dormire male genera conseguenze tipiche di questa problematica, tra cui:

  • Astenia;
  • Irritabilità;
  • Sonnolenza;
  • Cattivo umore;
  • Problemi di memoria.

Nel momento in cui ci si trova a soffrire di disturbi del sonno, è probabile che si assista anche a problemi alla cervicale, soprattutto se si è affetti da alterazioni o disfunzioni nella zona in questione. In questo caso si presenteranno sintomi comuni quali il dolore, la rigidità muscolare e il mal di testa. Questi disturbi sono provocati da un deficit nella vascolarizzazione delle strutture anatomiche della parte che non vengono, quindi, ossigenate a sufficienza e non sono in grado di rimuovere le sostanze di scarto che provocano l’infiammazione.

È probabile che il dolore cervicale non si verifichi durante le attività quotidiane, grazie al corretto funzionamento della pompa muscolare e al movimento corporeo che viene effettuato con maggiore regolarità. Tuttavia, la notte la situazione cambia, in quanto i movimenti sono ridotti e la vascolarizzazione è minore, con la conseguenza che i muscoli e le articolazioni non vengono lubrificate a sufficienza: è da questo momento che si genera il dolore cervicale e i sintomi che ne conseguono.

Migliorare il problema legato all’infiammazione della cervicale è possibile, grazie all’aiuto di un fisioterapista esperto, il quale costruirà un percorso personalizzato sulle esigenze del paziente.

Affidati agli specialisti dei centri BENEFISIO, per restituire piena funzionalità e benessere fisico al tuo corpo.

Top